Spettacoli

Festival della letteratura Cinque giorni di incontri

Milano. La città scopre la parola e se ne fa portavoce nel primo “Festival della Letteratura”, ideato e diretto da Milton Fernàndez, che nascerà da domani al 10 giugno. Una cinque giorni d’incontri, dibattiti, suoni, voci e corpi che faranno danzare la città a un ritmo diverso con uno sguardo attento all’immigrazione. A rivitalizzarla ci penseranno ottanta eventi frutto di un gruppo di volontari convinti che la cultura non appartenga a nessuno. Parole dunque che saranno invocate e valorizzate già domani, alle 17, alla Fnac con un dibattito di poeti, intellettuali, traduttori e scrittori a caccia di fonemi. E alla stessa ora s’inaugurerà anche all’“Ostello Bello” la postazione multimediale che seguirà il festival con un evento parallelo su “Second Life”.
L’attenzione agli autori immigrati arriverà poi già domani, alle 19, alla Libreria Don Durito con il “Reading di poesie e musica palestinese” con la lettura di poesie in arabo e italiano di Khaled Soliman Al-Nassiry e con la rassegna “Film e Migrazione” al Centro Asteria. In programma, tra gli altri, un omaggio, il 7 giugno all’Auditorium, ad Alda Merini, una serata milonguera, domani alla Biblioteca Chiesa Rossa, e lo spettacolo di Giulio Cavalli, “L’innocenza di Giulio-Andreotti non è stato assolto”, l’8 giugno al Teatro della Cooperativa (Info: www.festivaletteraturamilano.it).
(Antonio Garbisa)

Spettacoli