Meteo
 


Fatti&Storie

Ecco le vedute di Guardi in mostra al Correr di Venezia

Con la grande mostra su Francesco Guardi dal prossimo autunno al Museo Correr, la Fondazione dei musei civici di Venezia punta a ricollocare la città lagunare sulla scena artistica internazionale. La “rivoluzione del dettaglio” l’ha definita Gabriella Belli che, lasciata la guida del Mart di Rovereto all’inizio dell’anno, ha preso in mano le sorti degli undici musei che fanno parte integrante della città lagunare. Dalla Ca’ Rezzonico a Ca’ Pesaro, da Palazzo Fortuny al Museo del vetro, da Palazzo Mocenigo a Palazzo Ducale, sono stati in gran parte restaurati in attesa dell’appuntamento con la Biennale d’arte del 2013. Venezia come crocevia fra antico, moderno e contemporaneo, quindi, con numeri che fanno ben sperare sulla tenuta del turismo culturale nel nostro Paese: oltre due milioni di presenze nei musei nel 2011 con una crescita del 4 per cento nei primi cinque mesi del 2012. Quasi centomila i visitatori della mostra dedicata  a Klimt nel segno di Hoffmann e della Secessionea due mesi dall’apertura  a Palazzo Correr. Per il 2013 si punta ad allargare ancora di più il bacino con una grande esposizione dedicata a Edouard Manet. Per favorire ancora di più chi vuole esplorare i tesori dei musei veneziano, dal primo giugno sarà attivo anche il Vaporetto dell’arte, nuova linea riservata a chi vuole godere la cultura di Venezia navigando fra mostre e musei.
(Luisa Mosello)

Fatti&Storie