Meteo
 


Fatti&Storie

Assemblea pubblica Macao all ex Ansaldo

La scorsa notte il presidio era assottigliato a poche decine: freddo e stanchezza, dopo lunghe  assemblee,  hanno “dimagrito” Macao nei numeri, tornati corposi  ieri mattina e poi per tutto il giorno. Tavoli e assemblea  hanno lavorato e si è  costruito un palco per il concerto della “Macao Production” con gli studenti del Conservatorio e della Civica Jazz, diretti dal maestro Monetti «partecipanti a titolo personale» ribadisce l’assemblea via sito. In programma  Ouverture dalle Nozze di Figaro di Mendelssohn diretti dal maestro Monetti sotto la torre Galfa.
Fra un cartello-inchiesta di San Precario sui compensi dei consulenti del Comune e battute sullo sgombero lampo del grattacielo ottenuto dalla proprietà, Fondiaria Sai (gruppo Ligresti), guidata dal figlio del ministro dell’Interno Cancellieri Piergiorgio Peluso (dal giugno 2011 è direttore generale vedi sito IlCorsaro), la sensazione è che via Galvani sarà liberata, forse già stanotte. Stasera alle 19, infatti, l’assessore alla Cultura Boeri ha indetto un’assemblea pubblica all’ex Ansaldo, in via Bergognone 34 per parlare dell’Officina per la Creatività, dove Macao dovrebbe presentare bando d’ingresso. L’assemblea ieri doveva decidere se andarci e come, e in subordine anche sulle  possibilità offerte dal Comune: «C'è quella del bando, c'è quella di spazi assegnati sulla base di progetti che hanno una finalità culturale e sociale: tutte strade ´(...) nella legalità e che richiedono uno statuto giuridico - ha spiegato Boeri-. Noi siamo pronti a dialogare». L’invito di Boeri non è solo per Macao, ma a tutti, cittadini e  operatori dell’arte e della conoscenza.
(Simona Mantovanini)

Fatti&Storie
Elezioni