Meteo
 


Fatti&Storie

Giornata di mobilitazione contro Green Hill e vivisezione VIDEO

Roma. In 40 città italiane e in 35 città del mondo è in corso la Giornata internazionale di mobilitazione contro la vivisezione e contro Green Hill, l’azienda di Montichiari (Brescia) che alleva cani Beagle per esperimenti. La protesta è stata promossa alla vigilia della riunione della XIV Commissione del Senato dove verranno presentati gli emendamenti al testo dell’articolo 14 per il recepimento della Direttiva Europea sulla sperimentazione animale.  «Sappiamo benissimo come le lobby della farmaceutica abbiano lavorato per fare pressione sui senatori e stiano chiedendo di applicare la Direttiva senza restrizione alcuna – sottolineano i promotori della giornata di mobilitazione - ma sappiamo anche che l’86% degli italiani è contrario alla vivisezione e vuole chiuso Green Hill subito e ha applaudito la liberazione in pieno giorno lo scorso 28 aprile dei cani da questo inferno. Le immagini dei cuccioli che passano attraverso il filo spinato di Green Hill hanno fatto il giro del mondo, esaltato e commosso milioni di persone, che adesso conoscono la realtà di questo lager e vogliono contribuire alla sua chiusura. La liberazione animale sembra una realtà possibile».
Brambilla: serve un divieto definitivo
Al presidio di Milano ci sarà anche l’ex ministro del Turismo, Michela Brambilla, promotrice di un emendamento alla Legge Comunitaria per vietare definitivamente in Italia l’allevamento a scopo sperimentale di cani, gatti e primati. «Rivolgiamo un appello in nome di questi cagnolini - ha detto l’ex ministro - non sono cavie o oggetti, ma sono degli animali dolcissimi che hanno diritto a una famiglia, hanno diritto a giocare e a non morire tra atroci sofferenze su un tavolo di laboratorio».
Tifosi del Napoli: boicottiamo Euro 2012
Presidio anche a Napoli, dove la mobilitazione ha rilanciato il boicottaggio dei campionati Europei di calcio previsti in Polonia e Ucraina dove, secondo le denunce delle associazioni a difesa degli animali, «si sta perpetuando una vera e propria mattanza dei cani e gatti randagi». In piazza del Plebiscito, davanti al palazzo della Prefettura, tante persone con i loro cani e  gli ultras del Napoli con lo striscione: “Boicottiamo Euro 2012, basta coi cani morti in Ucraina”.
 
Qui tutte le informazioni sulla Giornata mondiale contro la vivisezione e Green Hill
 
Guarda il video dei cani liberati
 

 
(Metro)

Fatti&Storie