Meteo
 


Fatti&Storie

Fotovoltaico il 2011 l anno d oro dell Italia

Che l’Italia sia il Paese del sole, da oggi, non è più un modo di dire. La potenza fotovoltaica annuale italiana, infatti, ha rappresentato più del 33% di tutto il mercato mondiale del 2011. Ma non solo. Il nostro è diventato il primo mercato mondiale dell'anno davanti alla Germania (che comunque conserva il primato per potenza cumulata con 24.700 megawatt installati: noi siamo secondi con  con 12.700). Con gli oltre 340mila impianti presenti nel nostro paese la produzione elettrica da fotovoltaico è stimabile oggi in circa 11 Terawattora l’anno, ed è in continua crescita. Non male, anche s ela partita della crescita, in questo settore, è appena iniziata.
L’Asia cala gli assiGià, la crescita. Nel mondo l’uso di energia solare e fotovoltaica potrebbe crescere dal 200 al 400% nei prossimi 5 anni. Ad affermarlo è stato Reinhold Buttgereit, segretario Generale EPIA (l’European Photovoltaic Industry Association) in una conferenza tenuta a Verona in occasione della quarta edizione dell’Italian PV Summit, uno dei più importanti eventi del mondo fotovoltaico a livello internazionale. Anche in questo settore l’Asia ed altri mercati emergenti stanno superando l’Europa, secondo quanto riferito da Buttgereit. Il destino europeo dipenderà dal supporto che le iniziative nel campo del solare avranno da parte dei diversi governi. In altre parole «La crescita- ha aggiunto Buttgereit- dipenderà dai politici, non è solo questione di soldi, si tratta anche di riduzione della burocrazia e del varo di politiche che favoriscano la cultura del solare».Per quest'anno, comunque, secondo il rapporto EPIA, è previsto un aumento della capacità mondiale totale di fotovoltaico tra i 90 e i 110 gigawatt e la Germania, che è il più grande mercato del fotovoltaico al mondo, seguita da Cina, Stati Uniti e Giappone, probabilmente sarà il Paese che guiderà la crescita. L’Italia, che nel 2011 è stato il mercato che ha segnato la massima espansione (grazie agli incentivi più alti del mondo) per quest’anno mostra invece un rallentamento.
L’EuropaL’Europa ha dominato il mercato del fotovoltaico per anni ed il mercato europeo ha rappresentato il 75% del mercato globale con una capacità di 29,7 gigawatt raggiunta lo scorso anno. Una superiorità destinata ora a lasciare il passo ad altri Paesi che stanno investendo di più nel settore.La crescita più veloce è prevista infatti in Cina e in India, seguite dal Sud-est asiatico, dall’America latina, dal Medio Oriente e dal Nord Africa. A seconda del supporto politico che potrà ottenere, il fotovoltaico potrebbe crescere fino a 41,4 gigawatt nel 2013 e a 77,3 gigawatt nel 2016.
(Metro)

Fatti&Storie