Meteo
 


Spettacoli

Tim Burton Barnabas il mio regalo per Johnny

Per il suo ultimo film, Tim Burton è tornato all’infanzia, con l’adattamento della soap opera “Dark Shadows” (in onda sulla ABC dal 1966 al 1971). La pellicola (in sala dall’11 maggio) racconta l’horror  story dei Collins, famiglia guidata da Barnabas,  un vampiro di 200 anni. A interpretarlo, chi altri se non Johnny Depp, attore giunto all’ottavo film con Burton?
Burton, ha ambientato il film nel 1972. Chi era lei allora?Ero in quell’età funesta di passaggio da ragazzo ad adolescente. Una pagina nera nella vita!  Il film è molto più comico della soap. Quando ha deciso di accentuare il lato buffo?Mai. Non ho mai detto a Johnny  “Fallo più divertente”. Questa soap era la mia preferita e ho scoperto che Johnny da bambino giocava i impersonare Barnabas Collins. Vi è una massiccia dose di sangue nel film che ad alcuni ha fatto storcere il naso… La gente si lamenta sempre. Dicevano che  “Nightmare Before Christmas” non fosse adatto ai bambini. Ma lasciamo giudicare a loro.Le famiglie disfunzionali sono la regola nei suoi film. Nella sua vita come ha cercato di evitare questo rischio?Non si può evitarlo. Non andavo d’accordo con la mia famiglia e gravitavo su quelle dei miei amici. Ma poi ti accorgi che la dinamica è sempre la stessa: puoi venire da una delle migliori famiglie del mondo, ma prima o poi, uno dei tuoi figli ti odierà. Crede che Depp si piaccia nei suoi film?Non credo che si riguardi. E qual è il film migliore di Johnny secondo lei?Non li ho visto tutti (ma non dirglielo). Per me “Eduard, Mani di Forbice”, per la sua carriera, per i soldi, di sicuro “Pirati”.
(Ned Ehrbar, MWN)

Spettacoli