Meteo
 


Spettacoli

Lorenza Mario Relazioni pericolose solo a teatro

Roma – Per anni ha lavorato in tv come ballerina, poi si è sposata, ha avuto un bambino e ha trovato la sua dimensione in teatro. Lei è Lorenza Mario, attrice, ballerina, showgirl, che domani (ore 21) debutta alla Sala Umberto (via della Mercede) ne “Le Relazioni Pericolose”, l’allestimento adattato e diretto da Giovanni De Feudis. Uno spettacolo, per la prima volta nella versione musicale, a metà tra il romanzo di Choderlos de Laclos e dall’omonimo film di Stephen Frears, vincitore di tre premi Oscar. Lorenza Mario, nei panni di Madame de Tourvel, sarà in scena fino al 20 maggio accanto a Corrado Tedeschi (Valmont) e Anna Vinci.
Lorenza, in scena interpreta il che sul grande schermo ha il volto di Michelle Pfeiffer? Chi è Madame de Tourvel?È la vittima del complotto di due malvagi, ma anche la vera eroina della storia che si innamora di Valmont, per amor suo tradisce il marito, i propri principi e alla fine si lascia letteralmente morire.Analogie col personaggio?Nella vita sono timida e riservata come lei, ma più che analogie parlerei di differenze. Ho dovuto contenermi e concentrarmi sulla purezza del personaggio. I costumi dell’epoca aiutano. È il mio primo ruolo drammatico.   Mai avuto “relazioni pericolose” nella vita reale?Diciamo che ho avuto gli occhi aperti per evitarle. Mi sono preservata.  Le manca la danza?No. Ho ballato tanto, mi tengo in allenamento e poi insegno. Sto organizzando una serie di stage a Padova, la mia città.E con la tv in che rapporti è?Non  ci sono rapporti. La tv è cambiata molto e velocemente, è un cambio fisiologico. Prima la danza era nei varietà, ora è concentrata nei talent show. Li guarda i talent? Le piacciono?Sì, mi piacciono e credo che ci siano ragazzi molto bravi, ma non saprei dire che sbocchi avranno. Anche i talent come i reality arriveranno a saturazione e allora coi sarà bisogno di un altro cambio.Un sogno nel cassetto?Un musical a Broadway. Quando avevo 24 anni e studiavo a New York ci sarebbe stata la possibilità, ma ho rinunciato per non stare lontana dalla famiglia. Se avessi avuto più di coraggio...
(Barbara Nevosi)

Spettacoli