Meteo
 


Fatti&Storie

Il dramma dei suicidi nell isola del lavoro perduto

mamoiadaNell’Isola si può morire per il lavoro che non c’è. Non una, ma due volte in dieci giorni: due imprenditori che si sono tolti la vita, proprio nei giorni in cui a Cagliari andavano in scena le proteste degli anti Equitalia con le sagome in strada delle tante persone che si sono ammazzate per disperazione. Dopo quello avvenuto a Bosa dieci giorni fa, sabato l’ultima tragica scoperta: un uomo che si è ucciso a Mamoiada dopo che a perdere il posto di lavoro erano stati anche i suoi due figli. Ed era stato lui, nella sua azienda, ad essere costretto a licenziarli. La notizia fa il giro dei siti nazionali, per la sua crudezza: G.M., 55 anni, si è tolto la vita con un colpo di pistola in silenzio, nella sua vigna. Una tragedia drammatica che arriva a poche ore dal Primo maggio, la giornata dedicata ai lavoratori, mai come quest’anno così sentita in Sardegna. Le reazioni sono di incredibile sgomento, perchè in Sardegna ancora non c’erano stati episodi di questo tipo, nonostante il momento gravissimo dell’economia. Distrutto il sindaco di Mamoiada, tante le manifestazioni di solidarietà alla famiglia.
(Jacopo Norfo)

Fatti&Storie