Meteo
 


Fatti&Storie

Per commercio e turismo doppio flop in Sardegna

Per turismo e commercio il 2012 e' cominciato in Sardegna con una netta tendenza al peggioramento e un nuovo saldo negativo fra imprese iscritte e cancellate alle camere di commercio.
Nei primi tre mesi dell'anno l'isola ha perso nei due comparti 616 aziende, risultato di 618 iscrizioni e 1.234 cancellazioni, secondo dati Movimprese rilanciati dalla Confesercenti regionale. «E' superfluo ricordare che stiamo parlando di altri 1.800 posti di lavoro andati in fumo?», evidenzia il presidente regionale di Confesercenti, Marco Sulis. «In meno di 100 giorni siamo riusciti ad avere un risultato negativo che racchiude i due terzi di cio' che abbiamo visto svanire nel nulla nell'intero anno passato».
La provincia storica piu' penalizzata nel commercio appare Cagliari, con un saldo negativo di -193 aziende, seguita da Sassari con -163, Nuoro (-51) e Oristano (-41), per un totale di 448 imprese che hanno cessato l'attivita'. Nel turismo nel primo trimestre 2012 il saldo negativo e' di -168. Anche in questo caso i numero piu' significativi si rilevano nelle province storiche di Cagliari (-76) e Sassari (-73), seguite da Nuoro (-20), mentre a Oristano il saldo e' positivo per una sola unita'.
«Siamo pronti a rimboccarci le maniche - dice Sulis - ma servono incentivi e sgravi dalla Regione».
(Sara Panarelli)

Fatti&Storie