Meteo
 


Fatti&Storie

Spesa record per i farmaci profondo rosso nella sanit

La spesa per i farmaci nel 2011 è stato un vero disastro: più del doppio di quanto previsto come tetto massimo dal governo nazionale. Il che significa conti della sanità in profondo rosso, bilancio regionale in sofferenza e più tasse per i sardi.
Nel primo semestre è stata di circa 164 milioni di euro, pari al 5,72% della spesa regionale, a fronte di un tetto nazionale fissato al 2,4%, mentre quella territoriale e' stata pari a 457,5 milioni (quasi 16%, mentre il tetto nazionale e' del 13,3%). È il momento dunque di correre ai ripari e puntare al contenimento, con delibere che l’assessore alla sanità è pronta a portare in giunta. 
 «Risparmieremo circa 30, 40 milioni», ha spiegato la De Francisci. Si va dalla centralizzazione degli acquisti dei farmaci, emoderivati e dispositivi medici con gare pluriennali in unioni di acquisto o di livello regionale, l'applicazione puntuale del Prontuario terapeutico regionale, l'informatizzazione della richiesta dei farmaci per unita' operative delle diverse aziende. Per quanto riguarda le cure chemioterapiche sono in cantiere progetti pilota  per l'allestimento centralizzato delle terapie antitumorali.
(Sara Panarelli)

Fatti&Storie