Sport

Roma contestata Il progetto non piace pi

Contestata domenica notte e ieri pomeriggio a Trigoria. E le proteste dei tifosi contro la Roma potrebbero trasferirsi, anche sotto forma di assenza, allo stadio Olimpico, domani, nella gara con la Fiorentina (in campo alle ore 15, arbitra Brighi). Un match che Lamela (che sarà multato dalla società) vedrà dalla tribuna, dopo i tre turni di stop rimediati dal giudice sportivo per l’assurdo sputo a Lichtsteiner. La gente giallorossa è stufa di aspettare un progetto che sembra chiamarsi Godot. E dopo mesi di pazienza di fronte a prestazioni decenti alternate a tracolli ingiustificati, ha deciso di farsi sentire. Così, i reduci dallo scempio di Torino, hanno dovuto fare i conti, subito dopo l’arrivo in nottata a Trigoria, con una sessantina di tifosi infuriati. Stessa musica ieri pomeriggio, quando un gruppo di supporter ha atteso l’uscita dei giocatori dal centro sportivo per urlare il proprio disappunto. E a conferma della brutta aria che tira, sembra che nel post Juventus-Roma, De Rossi abbia avuto uno screzio con alcuni tifosi, che gli avrebbero rimproverato, oltre alla prestazione sotto tono, il fatto di aver scambiato la maglia con Marchisio. In vista del match con i pericolanti viola, il tecnico  spagnolo Luis Enrique (bersaglio numero uno, ieri, delle critiche dei tifosi via radio), deve fare a meno degli squalificati Stekelenburg, Lamela e Bojan. In mezzo torna De Rossi e in attacco, con  capitan Totti, ci saranno Osvaldo e Borini.
(Metro)

Sport