Sport

Juve arriva la Roma Vucinic scalda i motori

Da lui Conte non prescinde. E domenica sera lo manderà in campo con ancora più convinzione, visto che Mirko Vucinic è uomo da grandi sfide o almeno così pare. Un po’ indolente con le piccole, il montenegrino si esalta contro le grandi: la Roma, sua ex squadra, lo è almeno a livello di condiderazione generale e comunque quella contro i giallorssi sarà la sfida più difficile cui è attesa la Juventus di qui alla fine della stagione. Ci vorrebbe insomma un colpo di genio del numero 14 per avvicinare ancor più i bianconeri allo scudetto.
La partita dell'exPotrebbe insomma essere la classica partita dell’ex, uno che a Torino non ha ancora espresso tutto il proprio potenziale ma che certo ha fatto meglio di un altro “vecchio” giallorosso come Borriello. Per Vucinic, che sotto il Cupolone ha raccolto 202 presenze e segnato 65 gol dopo essere costato la bellezza di 19,5 milioni di euro, finora in bianconero ci sono state sette reti, sei delle quali in campionato (ma quella contro il Napoli, in realtà, sarebbe di Bonucci) e una in Coppa Italia. Quest’ultima è stata una vera perla per bellezza e importanza, avendo in pratica qualificato la Signora alla finale permettendole di eliminare il Milan. “Mirko è un grande giocatore cui manca solo un po’ di continuità”, è il giudizio che dà di lui Spalletti, suo tecnico ai tempi della Roma. Se ne sono accorti anche i tifosi bianconeri, pronti però a perdonarlo se metterà una griffe forse decisiva in questa corsa al tricolore.
(DOMENICO LATAGLIATA)

Sport