Sport

Del Piero vuota il sacco su Agnelli e la Juventus

A questo punto, cala il sipario. Senza più possibili colpi di scena che prevedano ancora la presenza di Alessandro Del Piero alla Juventus. Ieri sono stati infatti pubblicati alcuni brani di un’intervista che il capitano bianconero ha concesso a Vanity Fair per lanciare la propria autobiografia in uscita il 24 aprile. Via il coperchio: “Finire alla Juve era quello che sognavo. Questi vent'anni sono stati ricchi di emozioni, con momenti straordinari e a volte duri. Ormai però le cose sono cambiate”. Al punto che “questa è stata la stagione più complicata della mia vita, perché mi ha messo di fronte a una realtà che non avevo mai conosciuto: quella di chi gioca poco o niente. Nessuno pensa di meritare l'esclusione e, per quanto io abbia sempre pensato che se gioca un altro vuol dire che se lo merita, questo non significa rinunciare a lottare”. Poi l’affondo, quando Del Piero si dice “sorpreso” dall'annuncio con cui Agnelli ha comunicato che questo sarebbe stato il suo ultimo anno in bianconero. “Ma un capitano non deve mai dimenticare i propri doveri e quello che rappresenta. Non abbiamo bisogno di polemiche, che del resto non hanno mai fatto parte della mia carriera”. Infine, l’addio: “Dal 30 giugno sarò senza contratto. Non so immaginare il mio futuro, è un cambiamento enorme e un po' mi spaventa, perché sarebbe come andare via di casa una seconda volta. Ma lo vivo come i videogiochi che mi piacevano da ragazzino: un nuovo livello da superare”.(Domenico Latagliata)

Sport