Sport

Serie A si recupera il 25 Morosini dall autopsia nessuna verit

Domenica si gioca la 34esima giornata del massimo campionato di calcio, il 25 aprile si recupererà la 33esima, vale a dire quella che non si è giocata a causa della tragica scomparsa del centrocampista del Livorno, Piermario Morosini, nel corso della gara di serie B Pescara-Livorno. Questo il verdetto uscito dalla assemblea di Lega Calcio andata “in scena” nel palazzo di via Rosellini a Milano. «Una decisione presa a larghissima maggioranza», ha affermato l'ad del Milan Adriano Galliani uscito per primo dalla veloce riunione della Lega Calcio. Si è placato, quindi il vento delle polemiche, ma è rimasto l'impianto che fa, diciamo, indispettire la Juventus che affronterà la Roma “zeppa” dei diffidati che potevano invece incorrere in squalifiche. Il regolamento, però, prevede il recupero e non lo slittamento e il regolamento è stato adottato da una Lega che era nell'occhio del ciclone per lo scavalcamento subito dalla Figc che sabato ha fermato tutti i campinati in un baleno. «La decisione è stata ampiamente condivisa», ha ribadito il n°1 di via Rosellini Maurizio Beretta. La pace, tuttavia, pare firmata, ma senza distensione vera.
Morosini, tutti gli indizi parlano di una malformazione Oggi, tuttavia, è stato anche il giorno dell'esame autoptico sul corpo dello sfortunato Morosini. La causa della morte «non è macroscopicamente evidente», come ha riferito Cristian D'Ovidio, medico legale dell'Università di Chieti-Pescara, che ha effettuato le rilevazioni. Fra le cause del decesso del ragazzo sembra siano da escludere anche l'aneurisma e un infarto. Tutti gli indizi, quindi, portano a una malformazione congenita del cuore che ha segnato un tragico destino per l'ex dell'Udinese. Giovedì mattina, alle 11, presso la chiesa di Monterosso, a Bergamo, sono previsti i funerali, anche se la salma passerà prima da Livorno per l'ultimo saluto dei fan amaranto.
(Francesco Facchini)

Sport