Meteo
 


Fatti&Storie

L assessore Maran a Metro Ripareremo 39 scale mobili

Lo abbiamo scritto e vi abbiamo anche chiesto di mandarci le foto degli impianti fuori uso. Lo avete fatto, in massa. Ora sembra che per le scale mobili delle tre linee del Metrò stia per iniziare una nuova vita. Con lo stanziamento di un milione di euro (che si aggiunge ai tre già accantonati a gennaio), il Comune rimetterà in sesto 48 scale mobili in 28 stazioni. Ecco cosa ci ha detto l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran.
Assessore, finalmente un po’ di luce...Dopo anni di incuria, come ha scritto Metro, la situazione delle metropolitane era grave. E ora i nodi sono venuti al pettine. Con questi quattro milioni di euro andremo a intervenire nei punti critici per assicurare accessibilità e mobilità a tutti.Quali sono i tempi degli interventi? Con i tre milioni stanziati a gennaio rifaremo ex novo 16 scale in 9 stazioni: a giorni Atm riceverà l’incarico per indire il bando e dopo due mesi partiranno i cantieri. Prevediamo di finire i lavori  entro giugno 2013. Per gli altri 39 impianti, quelli finanziati col nuovo milione di euro, i tempi saranno più brevi, perché si tratta di sostituzione di parti e non si deve fare un bando. Contiamo di chiudere tutto entro cinque mesi.Non solo scale, per i treni servono 300 milioni di euro. Tanto che Atm ha dato il via al bando per il loro acquisto, senza però avere l’ok dal Comune...È un investimento importante per la città ed è giusto che Atm ci stia lavorando. Come Amministrazione siamo consci della situazione e stiamo facendo tutto il possibile per assicurare il funzionamento delle linee. Intanto abbiamo trovato questi 4 milioni in tempi non certo floridi.  Passiamo alle bici, lei ha annunciato nuovi stanziamenti anche per le ciclabili...Abbiamo già stanziato 8 milioni per tre percorsi: Duomo-Sempione, Duomo-Porta Nuova e Duomo-Monforte. A breve, ne stanzieremo altri 15 per progetti in periferia. In particolare, vogliamo collegare in maniera coerente i brandelli di piste ciclabili esistenti in una vera rete di trasporto su bicicletta.
(Andrea Sparaciari)

Fatti&Storie
Migranti