Fatti&Storie

Rogoredo scampa a stupro picchiata e rapinata

Un’altra donna, la quinta in meno di due mesi, aggredita in strada, picchiata e rapinata. L’ultima vittima ha rischiato di peggio, perché il rapinatore ha prima tentato di stuprarla.
 Mercoledì sera, la  34enne  T.B., appena uscita dal metrò  di Rogoredo, come tutte le sere, rincasava dal lavoro intorno alle 21,30. Si è avviata verso l’auto parcheggiata, come d’abitudine,  in via Boncompagni. Tutto come sempre. Invece, nell'aprire la portiera, non si è  accorta che dalla parte del passeggero un nordafricano  stava cercando di intrufolarsi nella vettura armato di coltello. Con quello l’aggressore ha  minacciato la 34 enne per  obbligarla ad avere un rapporto sessuale. La vittima però   ha reagito divincolandosi, e a quel punto  l’uomo l'ha colpita due volte a testate sulla fronte. Mentre lei cercava di difendersi, lui ne ha approfittato  per rubarle Iphone e pochi euro. Poi ha abbandonato la macchina ed è scappato con il magro bottino.
La 34 enne è stata medicata sul posto dal 118, ma   ha rifiutato il ricovero e ha denunciato il tutto all'equipaggio di una volante.
(Metro)

Fatti&Storie