Fatti&Storie

Separazioni Istruzioni per l uso

Roma. Ci si dice addio a ogni età. Poco dopo il matrimonio (18,5%) ma anche dopo 25 anni di unione esopportazione (16,2%), quando laterza età incombe. Secondo l'Istat,   l'Italia insieme all'Irlanda rimane il Paese d'Europa con la più bassa incidenza dei divorzi (0,9 e 0,7 ogni mille abitanti).  Con un aumento di divorzi fra il 2000 e il 2009 del 44%. È per  dirsi addio ci vogliono in media 800 giorni. Come sopravvivere a una separazione? Ecco alcuni consigli. 
Perdita di sonno
Non riuscite a dormire, i vostri ritmi sono sballati e pensate tutto il tempo a quanto vi manca quella persona.
Stare male e sentirsi tristi è normale, indipendentemente da quanto valida fosse la relazione appena terminata. Ha rappresentato una parte della vostra vita, è dunque giusto soffrirne. Pensate piuttosto a cosa non ha funzionato e ciò di cui avrete bisogno dal partner nella prossima relazione. Circondatevi di persone che vi fanno sorridere, che vi lascino  sfogare ma che siano anche le prime ad imporvi di smetterla. Le storie vanno e vengono ma le amicizie sono più durature.
 Single? No grazie
L'idea di rimanere single vi fa impazzire. Non volete tornare con lui/lei ma vi manca un compagno/a.
Non lasciate che siano le relazioni a definire chi siete, tenete a mente che il vostro successo e il vostro valore non dipendono dalla condizione sentimentale, la vita va oltre lo status su Facebook. È meglio essere single, realizzati e con tanti amici piuttosto che avere un partner che vale poco e sentirsi non a posto a livello fisico ed emotivo.
 Social Network
Passate tutto il tempo su Twitter e Facebook per cercare di capire cosa lui/lei stia facendo.
La prima cosa da fare è conoscere se stessi: se site il tipo di persona che rischia di comportarsi da stalker-in-rete, che soffre e reagisce male ogni volta che l'ex partner posta qualcosa, facendovi precipitare in un circolo vizioso patetico, lasciate perdere. È arrivato il momento di dare un taglio netto.
 Sesso senza amore
Non riuscite a stare lontano da lui/lei, una telefonata o un sms sono sufficienti a farvi piombare di nuovo tra le sue braccia, come se non vi foste mai lasciati.
C'è una differenza tra il tornare da un/una ex per un puro desiderio sessuale e farlo poiché si spera che la storia possa di nuovo funzionare. Comprendete piuttosto chi siete veramente: se riuscite a fare sesso senza alcun coinvolgimento va bene (ma non tutti ci riescono), se invece ciò vi riporta in quel mondo in cui sapete che soffrirete ancora una volta è meglio decidere diversamente.
 Rimpiazzo a tutti i costi
Vi mettete di nuovo in cerca di un partner, chiodo schiaccia chiodo poiché se vi imbattete per caso nel/nella ex avete bisogno di qualcuno accanto.
Uscire a caccia di un rimpiazzo non è una buona idea. Incontrare qualcuno per caso subito dopo la fine di una storia - una persona con cui si mette in moto un chimismo speciale - è una cosa, ostinarsi a trovare un sostituto a tutti i costi è diverso. Può  capitare di trovare la persona giusta senza averla cercata.
(mwn/metro)
 

Fatti&Storie