Meteo
 


Fatti&Storie

Meno uova e colombe a tavola arriva il risparmio

Il calo del 10% negli acquisti di uova di cioccolato e colombe è l’aspetto più evidente di una Pasqua al risparmio che almeno 8 italiani su 10 hanno trascorso in casa propria o di parenti e amici con una spesa complessiva stimata pari a 1,2 miliardi, -7% è il calo della “spesa Pasquale”, uova e colombe incluse, di quest’anno rispetto alla Pasqua dell’anno scorso. È quanto stima la Coldiretti.Meno ristorantiL’associazione ha evidenziato gli effetti della crisi che ha spinto gli italiani al risparmio a tavola in casa ma anche al ristorante, scelto solo da 4 milioni di persone con un costo medio a testa a pranzo di 40 euro ed un totale 172 milioni di euro, in calo rispetto al 2011. Mentre nelle strutture per l'agriturismo sono aumentate del 3% le presenze. Meno sprechiLa Pasqua 2012 sarà ricordata anche per l'accresciuta sensibilità nei confronti degli sprechi. Il 57% degli italiani ha infatti ridotto lo spreco di cibo per effetto della crisi e tra questi il 47% lo ha fatto facendo la spesa in modo più oculato, il 31% riducendo le dosi acquistate, il 24% utilizzando quello che avanza per il pasto successivo. La pastiera vinceCon la crisi in 4 famiglie su 10 si è riscoperto il piacere della preparazione casalinga dei dolci tipici della tradizione di Pasqua. Tra le preparazioni familiari vince la pastiera napoletana seguita dalla colomba e dalla pizza di Pasqua e dalla treccia pasquale.
(Adnkronos)

Fatti&Storie