Meteo
 


Fatti&Storie

Il consumismo rende asociali Lo svela un nuovo studio

Il consumismo ci rende asociali, almeno in base ai risultati di un nuovo studio condotto dai ricercatori della Northwestern University, negli Stati Uniti, secondo cui le persone che si trovano in un ambiente consumista e materialista hanno molte più probabilità di avere comportamenti antisociali.
«Gli individui che danno grande importanza alla ricchezza, allo status e ai beni materiali sono più depressi, ansiosi e meno socievoli rispetto a chi non lo fa», ha spiegato Galen V. Bodenhausen, psicologo a capo dello studio pubblicato sulla rivista Psychological Sciences. «Ora, abbiamo scoperto che non si tratta solo di un problema personale, ma anche ambientale». In una serie di esperimenti effettuati su un campione di studenti, i ricercatori hanno esposto i partecipanti a situazioni e immagini di beni di lusso o parole associate a idee di consumo e beni materiali. Questi individui si dimostravano più competitivi e meno interessati a passare del tempo in attività di società rispetto al gruppo di controllo, suggerendo che un ambiente ricco di stimoli consumistici è in grado di renderci meno socievoli. «In un'epoca in cui le persone sono spesso riferite come consumatori e sono costantemente esposte a concetti di consumo, questi risultati hanno delle implicazioni importanti in campo sociologico», ha concluso Bodenhausen.
(Metro)

Fatti&Storie