Meteo
 


Spettacoli

Tying Tiffany Il punk dadaista

Musica. È un personaggio molto particolare, una “dark lady” della scena elettropop. Si chiama Tying Tiffany e, nonostante il nome esterofilo, viene da Padova. Eppure tutta la sua carriera, iniziata ufficialmente nel 2005 col debutto di “Undercover”, viaggia all'insegna di un cosmopolitismo che l'ha portata in giro per il mondo. Non a caso la sua musica è stata inserita in film e serie tv americane (anche la celebre Csi), mentre il suo recente singolo “Drowning” è finito nel videogioco “Fifa 2012”. Artista eclettica, amante del gotico e delle arti visive, Tying Tiffany sarà stasera al Tunnel (ore 21, euro 10/15) dove presenterà “Dark Days White Nights”, il suo quarto album, fascinoso condensato di techno punk, ritmiche hardcore ed electro, industrial e dadaismo.
Se preferite qualcosa di più solare, ecco un paio di appuntamenti al Blue Note: stasera col chitarrista milanese Roberto Cecchetto e il suo “Soft Wind” (ore 21, euro 20/25) e domani con la giovane cantante Simona Severini che, accompagnata dall'Antonio Zambrini Trio, presenterà “La Belle Vie”, omaggio alla musica francese (ore 21, euro 18/23).
Sempre domani, ma al Legend 54, ritroveremo i monzesi Rapsodia, veterani del crossover rock all'italiana (ore 22). Il Bloom di Mezzago ospiterà domani gli A Place To Bury Strangers, terzetto shoegaze punk newyorchese (ore 22, euro 10) e lunedì 9 l'avvolgente sound degli Shearwater con “Animal Joy” (ore 21, euro 13).   
(Diego Perugini)

Spettacoli