Fatti&Storie

La bulletta sbeffeggia l amica su facebook

L'amica le ruba il profilo di Facebook, mette foto a suo nome sul social network. Poi la diffama con frasi tipo “sono una poco di buono”. E non contenta la minaccia di morte a scuola, per intimarle di non denunciarla. Incredibile episodio quello che ha portato ieri alla denuncia di una ragazza sedicenne di Narcao. Ingiuria, diffamazione, sostituzione di persona, minacce: sono queste le accuse per la ragazza, un caso che farà discutere anche perchè consentirà a chiunque di presentare denuncia se il proprio profilo Facebook sarà “occupato” da qualcun altro. La ragazza di Narcao ha continuato le vessazioni in ambito scolastico, una vera e propria sottomissione: alla fine la vittima si è convita a denunciarla nonostante le forti pressioni ricevute. Il furto di identitàQuel furto di identità unito all’umiliazione di frasi che la denigravano l’ha portata all’esasperazione. Una vera e propria “bulletta” l’autrice delle minacce, così l’hanno definita anche i carabinieri di Narcao che hanno coordinato lunghe indagini. “Sono una poco di buono, contattami”, era l’assurda sfida a se stessa che compariva nel profilo Facebook della giovane vittima del Sulcis. La notizia è stata resa pubblica anche per scoraggiare eventuali imitazioni: chi ruba il profilo Facebook rischia dure sanzioni.  
(Metro)

Fatti&Storie