Fatti&Storie

Lavoro torna il reintegro per i licenziamenti illeciti IL TESTO

La Riforma del mercato del Lavoro è nelle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, prima di iniziare l'iter parlamentare. Una riforma, ha spiegato ieri il piemier Mario Monti, che «intende realizzare un mercato del lavoro inclusivo e dinamico, in grado di contribuire alla creazione di lavoro», che garantirà «crescita sociale ed economica» e la «riduzione permanente del tasso di disoccupazione» e con la quale «crediamo di aver raggiunto un punto di equilibrio»'.
Quanto alla flessibilità, ha spiegato il presidente del Consiglio, «tema molto discusso, esce da questa riforma in modo molto equilibrato e sereno». Il giudice potrà intervenire a tutela dei lavoratori in caso di «licenziamenti ingiustificati di carattere discriminatorio» ma, ha avvertito il professore, c'è «la necessità che i giudici del lavoro non entrino troppo in valutazioni che appartengono alla responsabilità del datore del lavoro». Con la riforma, ha poi aggiunto, «si è anche cercato di lottare contro forme di precarietà per quanto riguarda la flessibilità in entrata».
Al ddl ha «veramente collaborato in modo collegiale tutto il governo» ha rimarcato il presidente del Consiglio. E il ddl «viene trasmesso oggi al Parlamento essendo state raggiunte, dentro il governo, quelle intese tipiche di un ddl approvato «salvo intese». La riforma è anche passata «al vaglio attento di Bersani, Casini e Alfano. Abbiamo raccolto la loro adesione e credo che questo, data l'autorevolezza dei tre leader, assicuri pur nel grande rispetto dell'insieme dei parlamentari un percorso sereno e per quanto possibile rapido». L'auspicio infatti è di «un iter approfondito ma anche spedito. In una riunione avvenuta ieri il governo si è assicurato la condivisione delle linee del progetto e anche delle linee dettagliate su alcuni aspetti sensibili, da parte dei leader politici che sostengono il governo e adesso guardiamo con rispetto e speranza» ai lavori del Parlamento.
 
(Metro)

Fatti&Storie