Sport

Nba Miami ko Oklahoma City super

Oklahoma City batte Miami nel promo della possibile finale. I Thunder (37-12), miglior squadra della Western Conference, vincono 102-87 sugli Heat (35-12) con un'ottima prova di squadra. Kevin Durant (28, punti, 9 rimbalzi e 8 assist) sfiora la tripla doppia. Russell Westbrook (13 punti con 4/16 al tiro) è al di sotto dei propri standard. Ma dalla panchina arriva il contributo di James Harden (19 punti), straordinario sesto uomo, e sotto canestro lasciano il segno Serge Ibaka (19 punti e 10 rimbalzi) e Kendrick Perkins (16 punti e 6 rimbalzi). I Thunder, avanti di 13 punti nel I quarto, esibiscono una difesa che concede poco a Miami. Gli Heat si aggrappano a Dwyane Wade (22 punti) e Chris Bosh (18 punti). LeBron James non va oltre quota 17 e gli ospiti non riescono a rientrare. Solo nella quarta frazione Miami piazza un mini-parziale di 8-0, ma non basta per spaventare i Thunder.
Nella domenica Nba spicca la maratona che gli Atlanta Hawks (30-20), alla terza gara in 3 giorni, vincono 139-133 contro gli Utah Jazz (26-23) dopo ben 4 overtime. Eroe della lunga serata:  Joe Johnson, con 37 punti in 55’ di gioco. Utah si ferma dopo 6 successi di fila: i 28 punti di Al Jefferson e i 25 di Paul Millsap non bastano. Sonora la sconfitta casalinga 102-96 per i Los Angeles Lakers (30-19) contro i Memphis Grizzlies (26-21). Kobe Bryant (18 punti) finisce in panca nel IV periodo e non nasconde il malumore. I gialloviola affondano nonostante i 30 punti di Andrew Bynum e i 16 (con 14 rimbalzi) di Pau Gasol, che si consola vincendo il derby familiare col fratello Marc (8 punti). Memphis espugna lo Staples Center con 7 uomini in doppia cifra e la firma di Rudy Gay.
(Metro)

Sport