Sport

Divorzio tra Ranieri e Moratti l Inter affidata a Stramaccioni

Claudio Ranieri non è più l’allenatore dell’Inter. La società ha messo nero su bianco il divorzio con il tecnico romano attraverso un comunicato pubblicato sul sito ufficiale della società alle 22.04 di ieri. Al suo posto sulla panchina nerazzurra andrà a sedersi il tecnico della Primavera, Andrea Stramaccioni, vincitore della prima edizione della Next Generation Series, che già oggi dirigerà gli allenamenti della prima squadra alla Pinetina. «Se Moratti chiama io rispondo sempre, in generale. È il mio presidente e risponderò sempre alle sue chiamate - aveva affermato l’allenatore 34enne intervenendo a Sky nel pomeriggio -, ma non mi ha chiamato nessuno». La chiamata, infatti, è arrivata nella tarda serata dopo l’accordo tra il presidente Moratti e Ranieri per la risoluzione consensuale del contratto. Tecnicamente, infatti, quello di Ranieri non è stato un esonero. La svolta è arrivata dopo la lunga riunione tra Moratti, Branca e Ausilio. Prima che quest’ultima cominciasse, infatti, il presidente nerazzurro sembrava possibilista sul futuro interista di Ranieri fino al termine della stagione. «Avanti con Ranieri fino a fine stagione? Penso di sì», aveva detto Moratti. Stavolta, però, si è smentito nel giro di qualche ora decidendo di affidare la squadra a un traghettatore per portare a termine la stagione. Ma sarà un traghettatore? (M.C.)

Sport