Fatti&Storie

Neve conto choc 24 milioni

Neve, conti choc. Le nevicate di febbraio hanno causato danni per 24 milioni di euro. Sono le stime fatte ieri da Palazzo d’Accursio (che in un primo momento aveva parlato di 29 milioni). Ventidue milioni  riguardano i danni alle strade e alla segnaletica pubblica, mentri 7 milioni  i fabbricati del Comune. Queste cifre vanno ad aggiungersi agli 8,6 milioni  del conto di Bologna global service. I conti choc non sono stati ancora calcolati nella bozza del bilancio 2012 che sarà rinviato fino al limite del termine di presentazione (giugno) visto che il Comune sta aspettando una risposta dal governo sull’Imu per gli immobili comunali e per l’eventuale contributo statale ai costi della neve. «Speriamo di avere finanziamenti dall’Ue – dice Riccardo Malagoli, assessore comunale ai Lavori pubblici – e che le risposte dello Stato arrivino presto». Intanto, aprono i cantieri per riparare i danni delle nevicate: si comincia dall’area di via Matteotti e piazza dell’Unità che sarà chiusa per una ventina di giorni per i lavori.
(Metro)

Fatti&Storie