Fatti&Storie

Enac e Sogaer ridisegnano l aeroporto di Cagliari

Un patto di ferro tra Enac e Sogaer: un contratto di programma per studiare insieme l’aeroporto del futuro. Con nuove ombre a Elmas sul nuovo stadio di Cellino, perchè ebtrambi gli enti non sono certo favorevoli alla Karalis Arena. Ieri intanto il consiglio di amministrazione dell'Enac ha concluso, con esito positivo, nella seduta di oggi l'istruttoria che precede la stipula del contratto di programma con la Sogaer, attuale società di gestione dell'aeroporto di Cagliari. La delibera assunta dal cda sarà inviata ai ministeri di riferimento per le attivita' di competenza. Con il contratto viene disciplinato il rapporto di concessione fra lo Stato e il gestore dello scalo, in termini di regolazione tariffaria, per l'utilizzo delle infrastrutture aeroportuali. Attraverso questo strumento, inoltre, l'Enac verifica l'attuazione dei piani di investimento e dei piani della qualita' che la societa' di gestione si impegna a realizzare durante il periodo contrattuale. I programmi presentati dalla Sogaer sono stati giudicati idonei.    L'iter per il contratto di programma dello scalo di Cagliari era stato avviato dalla societa' nel 2007, dopo aver ottenuto la gestione totale dell'aeroporto. "Quanto deliberato oggi durante la seduta del consiglio di amministrazione dell'Enac", dice il presidente della Sogaer, Vincenzo Mareddu, "consente all'aeroporto di Cagliari di guardare al futuro con ottimismo".  Intanto al Marco Polo di Venezia, uno dei due aeroporti della Save, arrivano 10 nuovi voli in vista dell'estate. La compagnia low cost Volotea collegherà anche Cagliari. 
(Jacopo Norfo)

Fatti&Storie