Fatti&Storie

Multipurpose reato prescritto

La Corte d’Appello di Genova ha dichiarato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di Giovanni Novi, ex presidente dell’Autorità Portuale del capoluogo ligure, imputato insieme ad altre sette persone nell'inchiesta per l'assegnazione del terminal Multipurpose. In primo grado Novi era stato condannato a due mesi per un episodio di turbativa d’asta del 2004. I giudici di secondo grado hanno però stabilito che dovrà risarcire in sede civile l' Autorità Portuale e la compagnia Messina, la grande esclusa dalla spartizione. Prescrizione anche per l'ex segretario generale dell'Authority genovese, Alessandro Carena, il consulente Sergio Maria Carbone e l'armatore Aldo Grimaldi. I giudici sono rimasti in Camera di Consiglio per oltre cinque ore. «Non sono per nulla soddisfatto di questa sentenza, soprattutto per quanto riguarda la parte civile»: questo il commento a caldo di Novi, dopo la lettura del dispositivo. Entro 180 giorni, le motivazioni della sentenza.  
(Alessandra Rossi)

Fatti&Storie