Fatti&Storie

Terremoto in Giappone Sfuma il rischio tsunami

Tokio. Pericolo tsunami scampato: il forte terremoto di magnitudo 6.8 che ha colpito il nord-est del Giappone è stato seguito solo da un modestissimo tsunami con onde di 10 centimetri. Lo ha reso noto l'Agenzia metereologica giapponese. Avvenuto a 210 chilometri dall'isola di Hokkaido, l’allerta ha portato comunque le autorità locali a evacuare tutta la zona costiera.
La Japan metereological Agency aveva inizialmente lanciato un'allerta tsunami con onde fino a 50 centimetri. L'allerta era stato comunque minimizzato dal Pacific Center con base alle Hawaii secondo cui il fenomeno non si sarebbe esteso in tutto il Pacifico.
La prima scossa si sarebbe avvertita intorno alle 6,46 ora locale. L'epicentro è stato localizzato nella prefettura di Aomori a una profondità di 10 chilometri. Il terremoto non è stato avvertito a Tokio che dista circa 730 chilometri dal luogo in cui il sisma ha avuto origine.
L'11 marzo del 2011 la costa nord-orientale del Giappone (nella foto) fu colpita da un terremoto di magnitudo 9, il più forte mai registrato nel paese asiatico, e un forte tsunami provocò il più grave incidente nucleare dopo quello di Chernobyl nel 1986. Sisma e maremoto causarono 23mila vittime tra morti e dispersi.
(P.P.)

Fatti&Storie