Fatti&Storie

Studenti sardi a scuola di orientamento

 Studenti sardi a scuola di orientamento. Con numeri importanti:  45 stand e cinquemila presenze al giorno annunciate. Sono questi gli obiettivi di OrientaSardegna, la manifestazione rivolta ai ragazzi degli ultimi anni delle scuole di secondo grado, delle facoltà universitarie e del mondo del lavoro in genere, organizzata per la prima volta in Sardegna dopo una decennale esperienza in Sicilia. In arrivo 262 scuoleAlla manifestazione, iniziata ieri e che si concluderà giovedì prossimo, hanno aderito 262 scuole isolane che in questi giorni avranno modo di conoscere opportunità e sbocchi professionali offerti dallo Stato Maggiore della Difesa (con stand di esercito, Marina, Aeronautica militare, Carabinieri), dalle Universita' di Cagliari e Sassari, ma anche Trento, Siena, Valle D'Aosta, Pisa, Milano e gli istituti privati Luiss, Bocconi, Cattolica, Iulm, il Politecnico di Torino. E tra gli stand spiccano quelli della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale, del Banco di Sardegna, di Italia Lavoro e dell'Avon Cosmetics. "Dopo il successo ottenuto negli anni con OrientaSicilia - spiega Anna Brighina, dell'associazione Archidea, coordinatrice della manifestazione- abbiamo portato l'iniziativa anche in Sardegna. È una scommessa per questa prima edizione, che mi auguro diventi un appuntamento fisso così come lo è in Sicilia da dieci anni". Tra gli stand più visitati nella prima giornata c'è quello delle Forze Armate: "Si fermano sia ragazzi che ragazze - spiega il maggiore Stefano Salis- chiedono informazioni  sui concorsi e sul reclutamento”. 
(Jacopo Norfo)

Fatti&Storie