Spettacoli

Vesigna e Detassis I nostri Oscar tv

Tv.  Oscar tv: pronti, via. Stasera dalle 21,30 in diretta su Rai1, sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, sfileranno i vincitori di questa edizione 2012 scelti dalla giuria formata da giornalisti di diverse testate e dalla Grande Accademia di Garanzia. Il presidente è Gigi Vesigna, volto storico di questo Premio Regia Televisiva: ricopre questo ruolo da 17 anni, da quando cioè la manifestazione ha preso come dimora stabile “la città dei fiori”. Accanto a lui, un nuovo ingresso nell’Accademia, Piera Detassis, direttore di Ciak.
Signor Vesigna questo Premio nasce dalle ceneri dei Telegatti…I Telegatti li si faceva andando in giro per l’Italia in collaborazione con il Radiocorriere. Poi è morto tutto e allora Piombi mi telefonò perché me ne occupassi io.
Qual è la cosa più divertente che ricorda in questi anni?Daniele Piombi è sempre stato divertente. Adesso lo è quando si commuove.
Se avesse avuto un solo premio e avesse potuto decidere da solo a chi darlo, chi avrebbe premiato?Sicuramente Fiorello. La sua tv ricorda molto la bella televisione di ieri, uno “studio Uno” con protagonista Walter Chiari un po’ più canterino.
Signora Detassis, invece per lei questa è la prima volta in Giuria. Come è andata?Benissimo i risultati sono esattamente quelli che auspicavo.
Fra i premiati c’è Rocco Papaleo: un esempio che il passaggio far cinema, tv e teatro è possibile?Questa commistione in Italia avviene raramente. Il mondo del cinema può svecchiare la televisione che dal canto suo ha bisogno di personaggi nuovi proprio come Papaleo. Spero tanto che si riesca ad abbattere una volta per tutte queste barriere che esistono fra i diversi media, farebbe bene a tutti.
Cosa guarda lei in tv?Seguo il trittico su La7 formato da Geppi Cucciari, il TG di Mentana e a volte Gruber. Non posso perdere “Ballarò”: per vedere Crozza posso anche rinunciare ad uscire una sera. E poi seguo anche “Chi l’ha visto” perché credo sia il nuovo romanzo popolare.
(da Sanremo – Patrizia Pertuso)

Spettacoli