Meteo
 


Fatti&Storie

Stonehenge italianatra Lazio e Campania Scoperti sette cerchi concentrici di pietre vis

Frosinone. Sette grandi e perfetti cerchi concentrici composti da pietre e massi, visibili solo dal cielo, sono stati scoperti in un luogo isolato tra le montagne a cavallo tra Lazio e Campania frequentato da pastori e cacciatori. A dare notizia dello strano rinvenimento è la rivista Fenix. I cerchi sono stati documentati dal ricercatore Giancarlo Pavat e dal fotoreporter Antonio Nardelli sui monti tra San Vittore del Lazio (Frosinone) e San Pietro in Fine  (Caserta) e più precisamente su un dosso brullo a circa 800 di quota sulle falde del Monte Sambucaro.
Un segnale spaziale?
Secondo Pavat «il manufatto è visibile soltanto dall’aria o addirittura mediante i satelliti artificiali e quindi dallo spazio esattamente come le note linee di Nazca, anch’esse visibili soltanto dal cielo e che costituiscono uno dei rompicapi più difficili della storia dell’Archeologia». Anche il luogo dei sette cerchi non sarebbe casuale: è al centro di un anfiteatro naturale formato da crinali del Sambucaro e da altre montagne più distanti. Inoltre i cerchi, pur occupando la sommità della collinetta, sono leggermente “sfasati” verso est. Ovvero verso il punto da cui sorge il sole. Il cerchio più esterno ha un diametro di almeno 50 metri. Al momento, secondo gli scopritori, l’ipotesi più accreditata è quella che ci si trovi davanti ad un possibile luogo di culto.
 
(Lorenzo Grassi)
 

Fatti&Storie