Spettacoli

John Carter un film per chi ama l avventura old style

Cinema–Non tutti gli spettatori sono amanti dei film di animazione. La considerano ancora un genere per bambini. Negli ultimi 15 anni però, soprattutto grazie alla Pixar e alla Dreamworks, l'animazione è diventata la frontiera del cinema stesso, dedicata spesso più agli adulti che ai loro figli. Andrew Stanton, l'uomo dietro a “Wall-e” e “Alla Ricerca di Nemo”, due piccoli gioielli, applica in “John Carter” la sua esperienza nell'animazione e costruisce un film a grosso budget che ha il vero senso del grande schermo.
La storia, ispirata al romanzo “Sotto le Lune di Marte” di Edgar Rice Burroughs, è quella di John Carter, un soldato sudista che viene catapultato su Marte dopo avere attraversato una porta spazio-temporale (uno Stargate per intenderci). Sul pianeta rosso si troverà a relazionarsi con gli autoctoni e a combattere per un ideale. Sebbene il tema non sia innovativo (si pensi a “Il Pianeta delle Scimmie”, la forza di “John Carter” è nella messa in scena di Stanton, nella visione personale e umana di due mondi tanto lontani quanto simili. Il regista realizza il suo primo lungometraggio in live-action, con i tempi e la semplicità apparente dell'animazione. Un grande film per chi ama l'avventura old-style vista con gli occhi di oggi.
(Mattia Nicoletti/critico cinematografico)

Spettacoli