Fatti&Storie

Europa razzismo Italia peggiora

Roma. Italia indietro nella tutela di immigrati e Rom da discriminazioni e violenze. Non solo: «Aumenta il ricorso a discorsi di stampo razzista in politica» e «persistono i pregiudizi contro i musulmani e l’antisemitismo». È quanto emerge dal Rapporto, relativo all’Italia, della Commissione contro il razzismo l’intolleranza del Consiglio d’Europa.«Nonostante i progressi in alcuni campi - commenta il presidente François Sant’Angelo - è necessario un maggiore impegno per combattere l’incitazione all’odio e proteggere i Rom e gli immigrati dalla violenza e dalla discriminazione». «L’Italia dispone ora di un’efficace normativa contro la discriminazione e la violenza razzista nello sport - riferisce il Rapporto - i tribunali hanno annullato un certo numero di misure discriminatorie precedentemente adottate dal Governo e da alcuni sindaci». Ma «si segnala l’aumento del ricorso a discorsi di stampo razzista in politica e gli immigrati, in modo particolare, sono regolarmente presentati come fonte di insicurezza». Critiche, infine, agli sgomberi forzati dei campi Rom e alla politica dei respingimenti. (Metro)No vessazioniroma«Con il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri siamo d’accordo per eliminare tutte quelle norme vessatorie, quei ritardi inspiegabili, quelle lentezze burocratiche che rendono umiliante per i cittadini stranieri la richiesta di permessi, certificati e documenti». Così il ministro per l’Integrazione, Andrea Riccardi.

Fatti&Storie